Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.internal_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 28 Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.input_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 29 Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.output_encoding is deprecated in /storage/content/26/1006726/risorgivefontanebianche.it/public_html/libraries/joomla/string/string.php on line 30 Battimarzo 2010

Battimarzo 2010

26 Febbraio 2010 Batti Marso

Ecco la festa della tradizione veneta, con il quale si festeggia il Capodanno della natura.
Un evento che nelle nostre terre di campagna, dove i ritmi sono scanditi dalle stagioni e non solo dal calendario ha ancora un significato profondo.
Nel Padovano e nel Trevigiano le feste locali per "ciamar Marzo" sono numerose e l'associazione Chiesetta Fontane Bianche si impegna a tener viva questa tradizione che viene vissuta con molto entusiasmo dagli abitanti.
Quest'anno la sera di Venerdì 26 Febbraio una folto gruppo di giovani e meno giovani armati di coperchi, bussolotti, bidoni si è presentata all'appuntamento davanti alla chiesa di San Prosdocimo per rivivere questo rituale. Una particolare menzione va ai ragazzi arrivati da San Giorgio delle Pertiche con una Rubegola con ruote costruita tutta a mano da un artigiano locale.
Il rumoroso corteo si è snodato per le strade di Fontane Bianche accompagnato anche dalla Protezione Civile locale che ha collaborato a garantire l'incolumità dei partecipanti.
Un ringraziamento allo sponsor della serata, la Banca Antonveneta di San Martino di Lupari ed ai suoi rappresentanti Luca Spagnolo e Marino Zambello che con noi si sono divertiti a "scacciare l'inverno".
Con la speranza che i nostri giovani tengano sempre vive le tradizioni della nostra terra e ricordino che la natura e la nostra acqua sono la fortuna e l'origine della bellezza e della ricchezza del nostro territorio,

Un arrivederci al prossimo anno.

imageimageimageimageimageimageimageimageimage